Psicologia e internet

    Cari amici, oggi ho bisogno di voi. Mi interessa il vostro contributo per capire meglio in che modo utilizzate internet in merito alla ricerca di uno psicologo. Sappiamo quanto può essere delicato “scegliere la persona giusta” a cui affidare questioni spesso dolorose e spinose. In questo usate internet? O vi muovete solo suContinua a leggere “Psicologia e internet”

QUANDO BASTEREBBE UN BRICIOLO DI SENSIBILITÀ IN PIÙ

Lo confesso: sono arrabbiato. All’ignoranza e all’insensibilità non ci si può abituare. Metti una sera a cena al ristorante, con la tua famiglia. Porti naturalmente anche tuo figlio. Lo porti anche per fargli mangiare qualcosa di buono, per fargli gustare un po’ dell’allegria e della calda spensieratezza che solo il buon cibo in compagnia puòContinua a leggere “QUANDO BASTEREBBE UN BRICIOLO DI SENSIBILITÀ IN PIÙ”

B COME… BENEDIRE

La parola Benedire fa pensare subito all’ambito spirituale religioso. È pur vero che la nostra personalità ha anche una componente spirituale. La chiamiamo in modo diverso a  nostra fede o filosofia di riferimento, ma siamo concordi nel riconoscere che siamo fatti di corpo, materia, e anche di emozioni, valori, trascendenza. Non c’è quindi bisogno diContinua a leggere “B COME… BENEDIRE”

A COME…….. AUTOIRONIA!

Nessuna parola può aprire il “Dizionario essenziale per vivere a colori” meglio dell’autoironia. Autoironia significa non solo ridere di sé, ma sapersi prendere in giro, avere coscienza dei propri limiti e dei propri difetti. Significa sapersi vivere con distacco e con un atteggiamento di umiltà e pacatezza, che rappresenta il primo passo verso il cambiamento.Continua a leggere “A COME…….. AUTOIRONIA!”

Educazione. Caro papà, perché mi lasci solo?

  “Se quello che i mortali desiderano potesse avverarsi, per prima cosa vorrei il ritorno del padre”. È Telemaco, il figlio di Ulisse, a dire queste parole nell’Odissea, scrutando il mare di Itaca. Vecchie storie, si dirà. Peccato che da allora non sia invece cambiato niente. Anzi. Da quando il padre se n’è andato comeContinua a leggere “Educazione. Caro papà, perché mi lasci solo?”

Per i figli altro che punizioni. Meglio gli elogi (e gli abbracci)

Gli psicologi Usa: la severità rende aggressivi. La sanzione non deve mortificare, ma il dialogo non serve Madre tigre addio, ora vince l’approccio gentile. Si chiama «terapia di interazione tra genitori e figli» ma, più semplicemente, è la tendenza, propugnata da una parte degli psicologi infantili, ad accantonare le punizioni (per lo meno quelle troppoContinua a leggere “Per i figli altro che punizioni. Meglio gli elogi (e gli abbracci)”

L’apporto della psicoeducazione alla riabilitazione del DSA

Il “pacchetto standard” (valutazione + riabilitazione) è sufficiente? Sì, certamente. Nella maggior parte dei casi un buon intervento riabilitativo, strutturato a partire da una adeguata valutazione del deficit e delle risorse attivabili, permette di raggiungere un ottimo livello di funzionamento. Il bambino sarà aiutato a riconoscere le proprie aree di difficoltà e a far ricorso alle “strategie compensativeContinua a leggere “L’apporto della psicoeducazione alla riabilitazione del DSA”

L’approccio della “kinesiologia educativa” ai DSA

(da http://www.braingym.it) Dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia sono classificazioni dei DSA o disturbi specifici dell’apprendimento. Dislessia indica una difficoltà a leggere fluidamente e a comprendere il testo. Disgrafia indica la difficoltà a comporre le parole graficamente e in modo sequenziale corretto. Disortografia indica la difficoltà a comporre le parole correttamente, con le doppie e le h alContinua a leggere “L’approccio della “kinesiologia educativa” ai DSA”

Richard Branson: dalla dislessia al gruppo Virgin

(da http://www.panorama.it) Quando le cose non vanno per il verso giusto oppure quando ci si trova in difficoltà, spesso il modo migliore per gestire la situazione è trasformare i problemi in opportunità. È una lezione che ho appreso presto nella vita, in quanto mi sono ritrovato a combattere contro la dislessia, un disturbo dell’apprendimento che influenzaContinua a leggere “Richard Branson: dalla dislessia al gruppo Virgin”