Psicoeducazione

Faccio sempre ciò che non so fare
per imparare come va fatto
(Vincent Van Gogh)

L’inizio di una nuova relazione di aiuto è sempre il momento più emozionante e interessante. E’ l’inizio di un nuovo percorso, di un viaggio da fare insieme per trovare ciò che ostacola la piena realizzazione delle nostre possibilità. Ogni bambino o ragazzino che incontro è per me un gomitolo aggrovigliato…  tirare con forza, con la supponenza di sapere come sbrogliare la matassa, non può che peggiorare la situazione!
I nodi si sciolgono poco alla volta e con pazienza. A volte può sembrare che non si stia facendo proprio nulla, ma magari è proprio in quel silenzio che qualche nodo viene sciolto.

«Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno.
Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita.»
(Proverbio Cinese)

Quando lavoro con i bambini o i ragazzi parto sempre dal presupposto che sono loro a conoscere se stessi meglio di chiunque altro. Non arrivo da loro con formule magiche o soluzioni facili. Mi limito ad essere per loro come uno specchio.
Cerco di aiutarli a vedere le cose da una diversa prospettiva. Osservo le cose attraverso i miei occhi di “estraneo” e a volte possono emergere delle cose che venivano date per scontate, ma che scontate non sono. Aiuto i ragazzi a fare i conti con i propri limiti e con le proprie risorse, a conoscere le proprie potenzialità e a investire le proprie energie per l’obiettivo che insieme abbiamo deciso di raggiungere. Riporto al centro dell’attenzione le “piccole cose importanti”, come un sorriso o un incoraggiamento. A volte basta davvero poco!

“Non bisogna mai smettere di cercare…”
(Pina Bausch)

Tante volte mi trovo di fronte persone che hanno smesso di cercare. La fatica di ripartire dopo aver incontrato un intoppo sul cammino diventa insostenibile e si finisce semplicemente per rassegnarsi. Eppure, anche se costa fatica, non bisogna mai smettere di cercare… Anche quando il percorso non è chiaro e si va un po’ a tentoni nella nebbia, c’è sempre un buon motivo per andare avanti.
A volte già solamente ricominciare a cercare è terapeutico di per sé!

father-and-son

Annunci

Un commento su “Psicoeducazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...